7.40.17

posted in Articles

7.40.17

Queste immagini sono state scattate all’Ospedale S.Salvatore di Tolentino, nell’ala resa inagibile dal sisma del 30 Ottobre del 2016: un labirinto di corridoi, ambulatori e reparti abbandonati a se stessi, che hanno smesso la loro funzione nel giro di pochi istanti, lasciando che il buio si insinuasse in queste stanze, perché, come scrisse Terry Pratchett, “per quanto velocemente viaggi, la luce scoprirà sempre che l’oscurità sarà arrivata prima, e che sarà lì ad attenderla”

Un’oscurità che ti avvolge, che non ti permette di capire di preciso cosa hai vicino, in che stanza stai entrando e che è li ad attendere dalle 7 e 40 del 30 Ottobre 2016, giorno in cui nella vita di migliaia di persone si è insinuato questo oscuro tarlo, fatto di ansia e paura, che non permette, a molti di loro, di tornare ad una vita normale.

Perché se ad ogni sbattere di porta, ad abbaiare di cane o suono improvviso, la mente riporta a quella mattina d’autunno del 2016, l’unica speranza è quella che la luce possa raggiungerci il prima possibile a portare via il buio.

Tolentino – Ottobre 2017

Comments